MARCATURA

LE DIRETTIVE “NUOVO APPROCCIO” – MARCATURA CE

La marcatura “CE” concretizza la conformità di un prodotto alle esigenze comunitarie a cui deve conformarsi il fabbricante del prodotto. Indica che il prodotto è conforme a tutte le disposizioni comunitarie che prevedono il suo utilizzo. La marcatura “CE,” non può essere considerata una certificazione di prodotto in quanto non equivale ad un “marchio di qualità” che può essere rilasciato da un Organismo di Certificazione. È “marchio di conformità” che deve essere apposto dal fabbricante, prima che il prodotto sia immesso sul mercato europeo o messo in servizio seguendo il regime di apposizione della marcatura “CE” di conformità relativa alla progettazione, alla fabbricazione, all’immissione sul mercato, alla messa in servizio del prodotto secondo quanto richiesto dalla Direttiva comunitaria di riferimento. Tali requisiti possono includere l’intervento di un Organismo Notificato.

Qui di seguito un quadro generale dei documenti comunitari per la libera circolazione dei prodotti:

  1. Restrizione dell’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (direttiva 2011/65/UE)
  2. Apparecchi a gas (direttiva 2009/142/CE)
  3. Specifiche per la progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all’energia (direttiva 2009/125/CE)
  4. Recipienti semplici a pressione (direttiva 2009/105/CE e direttiva 2014/29/UE)
  5. Sicurezza dei giocattoli (direttiva 2009/48/CE)
  6. Materiale elettrico destinato a essere adoperato entro taluni limiti di tensione (direttiva 2006/95/CE e direttiva 2014/35/UE)
  7. Macchine (direttiva 2006/42/CE)
  8. Compatibilità elettromagnetica (direttiva 2004/108/CE e direttiva 2014/30/UE)
  9. Strumenti di misura (direttiva 2004/22/CE e direttiva 2014/32/UE)
  10. Strumenti per pesare a funzionamento non automatico (direttiva 2009/23/CE e direttiva 2014/31/UE)
  11. Impianti a fune adibiti al trasporto di persone (direttiva 2000/9/CE)
  12. Apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione (direttiva 1999/5/CE e direttiva 2014/53/UE)
  13. Dispositivi medici impiantabili attivi (direttiva 90/385/CEE)
  14. Dispositivi medici (direttiva 93/42/CEE)
  15. Dispositivi medico-diagnostici in vitro (direttiva 98/79/CE)
  16. Attrezzature a pressione (direttiva 97/23/CE e direttiva 2014/68/UE)
  17. Attrezzature a pressione trasportabili (direttiva 2010/35/UE)
  18. Aerosol (direttiva 75/324/CEE e successive modifiche)
  19. Ascensori (direttiva 95/16/CE e direttiva 2014/33/UE)
  20. Imbarcazioni da diporto (direttiva 94/25/CE e direttiva 2013/53/UE)
  21. Apparecchi e sistemi di protezione destinati a essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva (direttiva 94/9/CE e direttiva 2014/34/UE)
  22. Esplosivi per uso civile (direttiva 93/15/CE e direttiva 2014/28/UE)
  23. Articoli pirotecnici (direttiva 2013/29/UE)
  24. Regolamento sull’etichettatura dei pneumatici [regolamento (CE) n. 1222/2009]
  25. Dispositivi di protezione individuale (direttiva 89/686/CEE)
  26. Equipaggiamento marino (direttiva 96/98/CE e direttiva 2014/90/UE)
  27. Emissione acustica ambientale delle macchine ed attrezzature destinate a funzionare all’aperto (direttiva 2000/14/CE)
  28. Emissioni da macchine mobili non stradali (direttiva 97/68/CE e successive modifiche)
  29. Etichettatura energetica (direttiva 2010/30/UE)

L’esperienza decennale nell’ambito della marcatura CE e la collaborazione con Organismi Notificati in ambiti diversi consente ai nostri consulenti di intervenire presso i clienti definendo insieme a loro:

  • la destinazione d’uso del prodotto
  • il campo normativo di applicazione
  • i requisiti essenziali e di sicurezza

Coadiuvandoli nelle scelte più opportune, accompagnandoli durante gli audit di parte terza e fornendo loro assistenza continua nell’ambito dell’aggiornamento normativo e delle continue esigenze che si potrebbero manifestare.

Post a comment